La dieta universale per salvare salute e pianeta

Il team di ricercatori Eat-Lancet ha proposto un regime alimentare sano e sostenibile

Raddoppiare a livello globale i consumi di frutta, verdura, legumi e noci e ridurre di oltre il 50% quelli di zuccheri e carne rossa: si possono riassumere così i cardini della “dieta universale” presentata dalla commissione Eat-Lancet e pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica il 16 gennaio 2019.

 La commissione, finanziata dalla Fondazione Eat della coppia di miliardari norvegesi Petter e Gunhild Stordalen, è frutto di un lavoro di tre anni e riunisce 37 tra i massimi esperti di nutrizione e sostenibilità (dal professore di Harvard Walter Willett all'inventore del "chilometro zero" Tim Lang) provenienti da università di tutto il mondo e organizzazioni come Fao e Oms. L'obiettivo della Commissione è lodevole, ma certamente ambizioso: proporre una dieta sana universale, basata su criteri scientifici, per nutrire in modo sostenibile una popolazione mondiale di 10 miliardi di persone nel 2050 ed evitando fino a 11,6 milioni di morti l'anno dovuti a malattie legate ad abitudini alimentari sbagliate. Una dieta sostenibile anche per la Terra, oltre che per suoi sempre più numerosi abitanti. Un regime alimentare che riduca lo spreco ai minimi termini e al tempo stesso contenga le emissioni.

Ma cosa prevede, nello specifico, questa dieta? Innanzitutto una forte riduzione nel consumo di zucchero e di carni rosse, e un aumento del consumo di altri fonti proteiche, frutta e verdura. Questo quello che secondo gli esperti bisognerebbe mangiare ogni giorno: circa 230 grammi di cereali integrali, 500 di frutta e verdura, 250 di latticini, 14 di carne rossa, 29 di pollo, 13 di uova, 28 di pesce, 75 di legumi, 50 di noci, 31 di zuccheri. Il tutto condito con olio extravergine di oliva o oli vegetali.
Uno dei riferimenti espliciti del gruppo di studiosi è la dieta Mediterranea nella versione "frugale" praticata in Grecia alla metà del secolo scorso.

La Commissione poi sottolinea come per raggiungere l’obiettivo di cambiare l’alimentazione delle persone entro il 2050, sia necessario un impegno globale di diversi soggetti:  dai singoli consumatori ai responsabili politici, passando per tutti gli attori della filiera alimentare.

 

Correlati

FORMULA12

FORMULA12 è un'azienda che si occupa di benessere partendo prima di tutto dalla nutrizione.


Privacy Policy

CUSTOMER SERVICE

  Numero Verde: 800-132-477

Il centralino è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 info@formula12.it

Social


© Copyright 2018 Formula12 S.r.l. - Società a Socio Unico - P.IVA: 02788950356 - All rights reserved.