Andare in bici favorisce l’impotenza?

Verità o falso mito? Il ciclismo ne esce vincitore

Andare in bici favorisce l’impotenza: verità o falso mito?
Il ciclismo è stato messo sotto la lente in svariate occasioni, e ne è sempre uscito vincitore.
Come nel caso del tumore al testicolo: prima additato di favorirne la formazione, alla fine è stato dimostrato che non esiste alcuna correlazione.

Lo stesso può dirsi dell’impotenza, scopriamo perché.

Ciclisti messi a confronto con nuotatori e runner

A dimostrare che andare in bici non causa disfunzione erettile ci hanno pensato gli studiosi dell’Università della California, la cui ricerca è stata pubblicata sul Journal of Urology.

Lo studio è stato effettuato mettendo a confronto ciclisti, nuotatori e runner.
La salute dell’apparato genito-urinaio non risulta compressa in nessuno dei gruppi analizzati.
Dopo avere intervistato oltre 4mila sportivi, i ricercatori hanno concluso che i benefici legati all’uso della bicicletta superano i potenziali rischi.

La bici aiuta nell’attività sessuale

Dallo studio è emerso che più tempo si passa in bicicletta, meno frequente sarà la perdita di sensibilità ai testicoli.

Insomma, la bici aiuta nell’attività sessuale.
A dirlo è sempre una ricerca dell’Università della California, che ha preso in esame l’attività sessuale di due gruppi di uomini di mezza età.
Il gruppo sottoposto ad attività regolare, con tre allenamenti a settimana in bicicletta, ha riportato dopo soli 9 mesi un aumento del 30% della frequenza dell’attività sessuale.

Non solo: andare in bici è uno dei modi migliori per allenare il sistema cardiovascolare.
E un cuore allenato permette un afflusso di sangue maggiore all’apparato genitale.

Quindi, non temete: potete continuare a inforcare la vostra bici senza paura!
Correlati

FORMULA12

FORMULA12 è una filosofia che si occupa di benessere partendo prima di tutto dalla nutrizione.


Privacy Policy

Social


© Copyright 2018 Formula12 S.r.l. - Società a Socio Unico - P.IVA: 02788950356 - All rights reserved.