Sbilanciamoci: la bilancia non serve a nulla

Qual è lo strumento migliore da utilizzare per stabilire il nostro stato di forma?

Tutti noi abbiamo in casa almeno una bilancia, anzi due: una per pesare quello che mangiamo, e l’altra per pesare noi stessi.
Molti di noi salgono sulla bilancia per avere risposte sul loro stato di forma, per sapere se sono dimagriti o ingrassati. Ma siamo davvero sicuri che la bilancia sia lo strumento giusto da utilizzare?
La risposta è no: la bilancia non serve a nulla.

Bilancia e salute non vanno di pari passo

Non è salendo sulla bilancia che potremo valutare il nostro stato di salute, né avere un’idea precisa sul nostro stato di forma. Troppe variabili incidono sul peso, che cambia continuamente a seconda del livello di idratazione e di quello che mangiamo.

Ma allora cosa possiamo utilizzare?

Sbilanciamoci: gli strumenti alternativi alla bilancia

Esistono strumenti alternativi, alcuni dei quali anche abbastanza datati ma non per questo meno attendibili e spesso ancora troppo poco utilizzati dai professionisti della salute.

Uno di questi è il plicometro, uno strumento che misura lo spessore della plica cutanea di grasso e attraverso algoritmi scientifici può darci un’idea di quale è la nostra percentuale di massa grassa.

In alternativa c’è poi l’impedenziometro, che nulla ha a che vedere con le bilance impedenziometriche che si vendono per la casa e che danno valori non ripetibili e scientificamente non attendibili.
L’impedenziometro è utile per determinare la composizione corporea (massa grassa, massa muscolare, acqua).

Un altro strumento interessante è l’analizzatore di impedenza tricompartimentale, molto più complesso rispetto ai precedenti e in grado di valutare la quantità di acqua corporea.
Attraverso formule e algoritmi fornisce stime non però del tutto attendibli del grasso corporeo.

Ogni strumento analizza una determinata componente, in questo caso l'idratazione corporea. Iniziano poi a vedersi sempre più spesso negli ambulatori strumenti sofisticati.
Come ad esempio i raggi x per valutare la composizione corporea. Strumenti sicuramente all’avanguardia ma che comportano costi aggiuntivi non indifferenti per i clienti. 

 

Riassumendo quindi, qual è lo strumento migliore per valutare la massa grassa?

Attualmente la soluzione più adeguata, a livello ambulatoriale, è quella di mettere insieme e incrociare più valori ottenibili da strumenti come plicometro, analizzatore di impedenza ed ecografo di superficie.
E a casa, quale strumento utilizzare?
Semplice, il parametro più attendibile sono sempre i nostri vestiti.

Correlati

FORMULA12

FORMULA12 è un'azienda che si occupa di benessere partendo prima di tutto dalla nutrizione.


Privacy Policy

CUSTOMER SERVICE

  Numero Verde: 800-132-477

Il centralino è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 info@formula12.it

Social


© Copyright 2018 Formula12 S.r.l. - Società a Socio Unico - P.IVA: 02788950356 - All rights reserved.