Acqua, anche gassata si può

Le bollicine non sono di per sé un problema, ma chi soffre di disturbi gastrointestinali dovrebbe evitarle

Bere acqua è una necessità, e idratarsi al meglio è essenziale per tutti noi, in particolare prima, durante e dopo l’attività sportiva. E l’acqua gassata? Da un punto di vista nutrizionale le bollicine non comportano alcuna modifica rispetto all’acqua naturale. Ma come si creano, queste bollicine? A volte sono una caratteristica naturale, come per l’acqua effervescente che sgorga da alcune sorgenti, ma il più delle volte sono il risultato dell’aggiunta di anidride carbonica: un elemento che può creare, in alcune persone, una fermentazione intestinale e di conseguenza un po’ di gonfiore addominale.

Inoltre l’acqua gassata ha una componente di acidità maggiore rispetto a quella naturale, per cui è sconsigliata per chi soffre di disturbi quali l’ernia iatale o il reflusso gastroesofageo. I vantaggi del consumo di acqua gassata sono il suo potere saziante, che la rende ottima se assunta prima dei pasti, e la capacità dissetante maggiore rispetto all’acqua liscia. In ogni caso, quale che sia la nostra sensazione, il corpo ha bisogno di un certo quantitativo d’acqua per idratarsi nel modo giusto e si finirà comunque per berne in uguale misura.

Tirando le somme, non ci sono motivi particolari per sconsigliare l’acqua frizzante: si raccomanda solo cautela a chi soffre di disturbi gastrointestinali. In questo caso, gli appassionati delle bollicine potrebbero privilegiare quelle naturali rispetto a quelle prodotte artificialmente, preferendo quindi le acque effervescenti.

FORMULA12

FORMULA12 è un'azienda che si occupa di benessere partendo prima di tutto dalla nutrizione.


Privacy Policy

CUSTOMER SERVICE

  Numero Verde: 800-132-477

Il centralino è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 info@formula12.it

Social


© Copyright 2018 Formula12 S.r.l. - Società a Socio Unico - P.IVA: 02788950356 - All rights reserved.